Un uomo ride mentre sperimenta un cambio di layout colorato con polvere colorata.

Misurazione dell'interazione e della verniciatura successiva

Interazione a Avanti Vernice

Un uomo ride mentre interagisce con la vernice successiva e un cambiamento di layout colorato.

Misurare l'interazione e Avanti Vernice

Di: Simone | Categoria: Velocità di pagina
Data di pubblicazione: 9 gennaio 2024

Nell’era digitale, in cui gli utenti si aspettano un accesso immediato alle informazioni, le prestazioni del sito web svolgono un ruolo cruciale nel determinare la soddisfazione dell’utente. Google PageSpeed Insights è un potente strumento che aiuta gli sviluppatori web e i proprietari di siti ad analizzare e ottimizzare le prestazioni del proprio sito web.

Due parametri chiave che influiscono in modo significativo sull'esperienza dell'utente sono l'interazione e la successiva verniciatura. In questo articolo, approfondiremo l'importanza di queste metriche ed esploreremo come misurarle e migliorarle in modo efficace utilizzando Google PageSpeed Insights.

Ricorda, questo sarà un modulo metrico standard Core Web Vitals marzo 2024, sostituirà il FID e influenzerà il tuo futuro punteggi di velocità di pagina.

Comprendere l'interazione e Avanti Vernice

Interazione

L'interazione si riferisce al tempo necessario affinché una pagina web diventi completamente interattiva, consentendo agli utenti di interagire con i suoi elementi senza problemi. È una metrica fondamentale poiché influenza direttamente il coinvolgimento e la soddisfazione degli utenti. Tempi di interazione lenti possono portare utenti frustrati che potrebbero abbandonare un sito prima che si carichi completamente o risponda ai loro input.

La misurazione dell'interazione in Google PageSpeed Insights implica l'analisi di vari fattori, tra cui:

Tempo di interattività (TTI)

TTI è il momento in cui una pagina web è completamente interattiva, consentendo agli utenti di fare clic su pulsanti, compilare moduli e interagire con elementi dinamici. Google Velocità di pagina Insights calcola il TTI in base al tempo necessario affinché il thread principale diventi inattivo dopo che la pagina ha iniziato a caricarsi.

Ritardo primo ingresso (FID)

Il FID misura il tempo impiegato da un utente per interagire con una pagina per la prima volta, ad esempio facendo clic su un pulsante o selezionando un'opzione. È un aspetto cruciale dell'interazione e un FID inferiore indica un'esperienza più reattiva.

Non è il immagini

È quanto velocemente può caricarsi

Dopo che JS è stato attivato

Prossimo Colore

Next paint si concentra sugli aspetti visivi di una pagina web, in particolare sul tempo necessario affinché il contenuto diventi visibile. Una rapida verniciatura successiva garantisce che gli utenti percepiscano un sito Web a caricamento rapido, contribuendo a un'esperienza utente positiva.

Gli elementi chiave della prossima vernice includono

Primo Contentful Paint (FCP)

FCP misura il tempo impiegato dal browser per visualizzare il primo contenuto della pagina. Fornisce informazioni sulla rapidità con cui gli utenti vedono qualcosa di significativo, anche se l'intera pagina non è ancora completamente caricata.

Pittura con contenuto più grande (LCP)

LCP misura il tempo necessario affinché l'elemento di contenuto più grande diventi visibile agli utenti. Google considera buono un LCP di 2,5 secondi o meno, indicando una pagina che si carica velocemente.

Misurazione dell'interazione e della verniciatura successiva Con Google PageSpeed Insights

Ora che abbiamo compreso il significato dell'interazione e della successiva elaborazione, esploriamo come misurare queste metriche utilizzando Google PageSpeed Insights.

Una causa comune di CLS è l'inclusione di immagini ed elementi multimediali senza dimensioni specificate. Quando questi elementi vengono caricati, potrebbero causare lo spostamento del layout poiché lo spazio richiesto per loro viene allocato dinamicamente. Specificando larghezza e gli attributi di altezza per le immagini consentono ai browser di riservare lo spazio richiesto, riducendo la probabilità di cambiamenti di layout.

Ora che abbiamo compreso il significato dell'interazione e della successiva elaborazione, esploriamo come misurare queste metriche utilizzando Google PageSpeed Insights.

Accesso a Google Intuizioni sulla velocità di pagina

Visitare il Google PageSpeed Insights sito web e inserisci l'URL della pagina web che desideri analizzare. Clicca sul "Analizzare" per avviare la valutazione.

Revisione dei risultati

Google PageSpeed Insights fornirà un rapporto completo sulle prestazioni del tuo sito web, inclusi i punteggi sia per la versione mobile che per quella desktop. Concentrati sulla sezione "Dati sul campo", che rappresenta esperienze utente nel mondo realee la sezione "Dati laboratorio", che simula le interazioni dell'utente.

Analizzando Metriche di interazione

Nella sezione "Dati di laboratorio" troverai le metriche relative all'interazione, inclusi TTI e FID. Google PageSpeed Insights fornirà consigli per migliorare queste metriche. Le strategie comuni includono l'ottimizzazione dell'esecuzione di JavaScript, il rinvio di script non essenziali e la riduzione delle risorse che bloccano la visualizzazione.

Esame delle metriche di verniciatura successive

Per valutare le metriche successive della vernice, concentrarsi su FCP e LCP nella sezione "Dati di laboratorio". Se questi parametri non soddisfano le soglie desiderate, prendine in considerazione ottimizzazione delle immagini, sfruttando la memorizzazione nella cache del browser e dando priorità ai CSS critici per accelerare il rendering.

Utilizzo di opportunità e diagnostica

Google PageSpeed Insights offre una sezione "Opportunità" che fornisce suggerimenti specifici per il miglioramento. Ciò può includere ottimizzazione delle immagini, sfruttando la memorizzazione nella cache del browser o eliminando le risorse che bloccano la visualizzazione. La sezione "Diagnostica" identifica ulteriormente i potenziali problemi che influiscono sulle prestazioni.

Migliorare l'interazione e Avanti Vernice

Ottimizza le immagini

I file di immagini di grandi dimensioni possono avere un impatto significativo sia sull'interazione che sulle metriche di disegno successive. Utilizza gli strumenti di compressione delle immagini per ridurre le dimensioni dei file senza compromettere la qualità. Inoltre, valuta la possibilità di implementare il caricamento lento per le immagini, assicurandoti che vengano caricate solo quando diventano visibili all'utente.

Riduci al minimo le risorse che bloccano il rendering

Le risorse che bloccano il rendering, come i file JavaScript e CSS, possono ritardare il rendering di una pagina. Ottimizza e riduci al minimo queste risorse posticipando gli script non essenziali e utilizzando il caricamento asincrono ove possibile. Ciò consente ai contenuti critici di caricarsi più velocemente, migliorando sia l'interazione che la successiva verniciatura.

Sfrutta la memorizzazione nella cache del browser

Abilita la memorizzazione nella cache del browser per archiviare risorse statiche localmente sui dispositivi degli utenti. Ciò riduce la necessità di download ripetuti delle stesse risorse nelle visite successive, portando a tempi di caricamento più rapidi. La memorizzazione nella cache del browser è particolarmente efficace nel migliorare le metriche di disegno successive.

Dai priorità ai CSS critici

I CSS critici contengono gli stili necessari per il rendering dei contenuti sopra la piega. Dando la priorità al caricamento dei CSS critici, ti assicuri che gli utenti visualizzino rapidamente contenuti significativi. Ciò contribuisce direttamente a un FCP più veloce e a una migliore percezione da parte degli utenti della velocità del tuo sito web.

Valutare script di terze parti

Esamina e valuta l'impatto degli script di terze parti sulle prestazioni del tuo sito web. Limita l'uso di script di terze parti non necessari e considera il caricamento asincrono per evitare che blocchino il rendering di contenuti critici.

Implementare la suddivisione del codice

La suddivisione del codice implica la suddivisione di file JavaScript di grandi dimensioni in blocchi più piccoli e più gestibili. Ciò consente al browser di caricare solo il codice essenziale richiesto per la pagina corrente, migliorando il TTI e riducendo il FID.

Monitorare i tempi di risposta del server

I tempi di risposta lenti del server possono influenzare in modo significativo sia l'interazione che il disegno successivo. Monitorare regolarmente i tempi di risposta del server e ottimizzare le configurazioni del server, utilizzare reti di distribuzione dei contenuti (CDN) e garantire un'elaborazione lato server efficiente per migliorare le prestazioni complessive.

Mio Conclusioni

Comprendendo il significato di TTI, FID, FCP e LCP e implementando miglioramenti strategici, puoi creare un sito Web più veloce e reattivo che lasci un'impressione positiva sui tuoi utenti. Analizza regolarmente le prestazioni del tuo sito, risolvi i problemi identificati e mantieni l'impegno a fornire un'esperienza online fluida e piacevole per il tuo pubblico.

Autore del blog tecnico

Altro recente Blog di velocità di pagina

Recensione NitroPack. Massimizza le prestazioni del sito web?

NitroPack è un servizio completo di ottimizzazione dei siti Web progettato per migliorare la velocità e le prestazioni del sito Web. Offre una suite di funzionalità tra cui la minimizzazione dei file, l'ottimizzazione delle immagini, il caricamento lento, l'integrazione della rete di distribuzione dei contenuti (CDN) e meccanismi di memorizzazione nella cache, tutti volti a ridurre i tempi di caricamento e migliorare l'esperienza dell'utente.

Perché l'esperienza utente supera i punteggi PageSpeed

Anche se l’importanza di un sito web veloce non può essere sopravvalutata, è essenziale riconoscere che l’esperienza dell’utente occupa una posizione unica e probabilmente più significativa agli occhi dei motori di ricerca, in particolare di Google.

Bilanciare prestazioni ed esperienza utente

Nel frenetico mondo del business online e della presenza digitale, i proprietari di siti web spesso si ritrovano intrappolati nella continua ricerca di punteggi di pagespeed più elevati per far sì che il loro sito web diventi "verde".

Altro Categorie

Web design & SEO